Indietro

Ragazza in libreria

Storia e collezionismo del libro d’artista

Il Libro d’Artista è un manufatto librario seguito direttamente dall’artista in ogni sua fase ed elemento. Ogni scelta di tecnica e via espressiva ha quindi una sua peculiare funzione comunicativa ai fini della trasmissione del messaggio.
Caratteristica che lo rende unico nella grande famiglia delle creazioni artistiche è la rottura del divieto di non toccare l’opera d’arte. Esso ha sempre goduto di fascino e curiosità. A differenza dei libri illustrati, l’opera d’arte non è decorazione, ma parte integrante e protagonista. L’artista diventa il creatore totale dell’opera e lo scrittore di una storia di colori, linee, forme e significati.
Nasce con artisti come William Morris con l’intento di andare oltre alla produzione industriale del libro. Lo sguardo si volgeva verso il Medio Evo, in cui la produzione libraria aveva ben compreso il valore intrinseco del libro come oggetto e della sua valenza simbolica autonoma.

Tra i maggiori conoscitori del Libro d’Arte ci sono Giorgio Maffei, il quale diceva che il suo «campo di lavoro è quel tipo di libro che ha per autore un artista, capace di manipolare l’oggetto libro per trasformarlo in un’opera d’arte». Inoltre Claudia Consolandi ricorda che «Il libro d’artista è un libro atipico e Il suo valore non risiede solo nei contenuti, ma anche negli aspetti esteriori dei variegati e inusuali contenitori di concetti, forme, immagini e parole».

In Italia ci sono poche ricerche sui libri d’artista contemporanei. Per questo motivo è considerato un genere di nicchia. Negli altri paesi del mondo invece, primi tra tutti gli Stati Uniti, queste particolari opere d’arte sono studiate da decenni. I prezzi, per le opere di artisti contemporanei, variano di molto. Si parte dai 50£ per il “romanzo scultoreo” Side by Side di Gilbert&George ai 10.625€ per le 7 Variazioni sui temi proposti per una pura ideologia fonetica di Burri, ai 20.000€ per Mille fiumi (1977) di Boetti.

eGRAPHIC, la divisione grafica di 4 Flying, si è specializzata nella stampa di libri illustrati, libri fotografici, libri d’artista e cataloghi d’arte. Tutti questi sono prodotti che meritano una cura particolare nella presentazione delle immagini, nella gestione dei colori, nella scelta del tipo di carta e confezione.

Grazie alla sua esperienza trentennale nel mondo della stampa di libri d’arte, eGRAPHIC fornisce il massimo del supporto in termini di consulenza e qualità del risultato. Il cliente è affiancato da un consulente che suggerisce le scelte più opportune e lo guida verso la realizzazione di prodotti dalle caratteristiche uniche.

I professionisti della comunicazione visiva e stampata


 

Indietro

4-Flying
Article
Ragazza in libreria