Indietro

begreen

Come creare un Packaging alimentare efficace?

4 aspetti fondamentali per valorizzare il Brand con il Food Packaging Design dei propri prodotti

Ogni qual volta capita di imbatterci tra le corsie di un centro commerciale o di un mini-market ci ritroviamo circondati da scatole, bottiglie, vasetti e confezioni di ogni tipo. Il packaging per alimenti è diventato sempre più parte integrante della nostra vita e della società consumistica in cui viviamo. Ciononostante, raramente capita di soffermarci a riflettere sul ruolo che le confezioni ricoprono nelle nostre scelte d’acquisto: dal momento in cui acquistiamo un prodotto al supermercato al momento in cui lo consumiamo a casa. Quello che si chiama packaging design infatti è studiato per influenzare pesantemente le nostre decisioni di acquisto.
Va premesso che nel mondo del food packaging, gli elementi di design non possono prescindere da quelli legati alle qualità fisiche e materiali del packaging stesso. Il consumatore infatti pretende confezioni accattivanti visivamente che dovranno anche preservare la qualità e la freschezza del prodotto.
Sulla base di quanto premesso per il packaging di un prodotto, solamente partendo da un’ analisi strategica dello scenario complessivo è possibile ipotizzare le migliori soluzioni creative di design.

Se sei interessato a conoscere soluzioni strategiche per la creazione, la gestione, il controllo e l’approvazione del packaging clicca qui.


Come creare quindi un packaging alimentare che sia bello esteticamente ed al tempo stesso funzionale alle vendite?



1. Esaltando la visibilità del prodotto

Il packaging è uno strumento essenziale per distinguersi dalla concorrenza, per valorizzare il prodotto e per dire al consumatore: “ecco qui il prodotto più giusto per te”. Per fare questo è importante sviluppare un progetto coerente con l’immagine aziendale e di prodotto, che renda il prodotto stesso distintivo.
ll packaging alimentare deve esaltare la visibilità del prodotto non solo quando esso si trova sullo scaffale; il consumatore ha infatti bisogno di vederlo e toccarlo con mano. Ecco che a volte il packaging alimentare deve anche mostrare il contenuto, per convincere ulteriormente il consumatore che il prodotto che ha tra le mani è quello giusto.

2. Trasmettendo le informazioni sul prodotto

Oggi il consumatore è sempre più attento alla qualità ed alla salubrità del cibo che porta sulla propria tavola. Il packaging deve mettere ben in evidenza le caratteristiche del prodotto food, i valori nutrizionali, gli ingredienti e le istruzioni per l’uso, separandole dalle informazioni di natura commerciale.
Un buon packaging è in grado di trasmettere al consumatore le informazioni sul corretto utilizzo del prodotto, non solo attraverso l’etichetta ma anche tramite il proprio design, che deve essere ergonomicamente accattivante, di facile interpretazione e lettura.


3. Contenendo, proteggendo e conservando il prodotto


Oltre ad esaltare le caratteristiche del prodotto, il packaging alimentare deve garantirne la qualità e la corretta conservazione.
L’evoluzione del packaging alimentare ha portato per esempio alla diffusione degli:

  • “imballaggi attivi”, ovvero quei packaging che interagiscono con l’atmosfera e con l’alimento  e che consentono di prolungare la scadenza di un prodotto .
  • “imballaggi intelligenti”, ovvero quei packaging che contengono al loro interno  dispositivi per monitorare lo stato dell’alimento e garantirne la tracciabilità, come per esempio le confezioni che indicano il livello di maturazione della frutta.

Risulta evidente quanto sia importante la funzione protettiva del packaging, per contenere, proteggere e conservare il prodotto. Meglio ancora se è economico, pratico e sostenibile.


4. Instaurando un dialogo con il consumatore

Lo storytelling è lo strumento fondamentale per stabilire un dialogo con il consumatore.
Attraverso una semplice confezione si possono veicolare valori importanti dove entrano in gioco la creatività e la fantasia dei designer nel progettare un packaging alimentare accattivante, in grado di intercettare i bisogni del consumatore e di anticipare l’esperienza d’uso del prodotto.
Layout, forme, colori, slogan, grafiche, materiali, dimensioni: ogni elemento è funzionale a catturare l’attenzione e a veicolare i valori legati al brand. Per essere recepito facilmente, il messaggio deve essere unico, semplice ed immediato. 


La confezione è tra gli elementi che influenzano maggiormente la percezione di un prodotto. Per essere efficace, un packaging alimentare deve assolvere due funzioni: quella strutturale che deve garantire la sicurezza e l’integrità dell’alimento, e quella comunicativa mirata a trasmettere al consumatore i valori legati al brand. Sulla base di ciò possiamo affermare che in un progetto di packaging design la creatività è importante, ma da sola non basta.



4Flying offre alle aziende una soluzione globale per il packaging dinamico e per la gestione multilingua delle schede prodotto, etichette alimentari, no-food, farmaceutiche e cosmesi. Se sei interessato a conoscere i nostri servizi visita la sezione 4PACK del nostro sito internet.

Indietro

4-Flying
Article
begreen