Indietro

4Flying-beacon significa faro

Cosa sono i Beacon?

Letteralmente la parola beacon significa faro. Fisicamente i Beacon sono dei piccoli pezzi di hardware a forma di uovo, sono supertecnologici e si possono attaccare a pareti e soffitti.
In sostanza, sono trasmettitori radio a bassa potenza che sfruttano la tecnologia Bluetooth per monitorare la presenza di dispositivi mobili e dialogare con essi.

Ma c’erano bisogno dei Beacon, ora che abbiamo tutti una connessione internet o i WiFi?
Sì, perché gli spazi interni spesso bloccano i segnali dei cellulari. Quante volte siete entrati in un negozio, ristorante, museo e vi siete accorti che il segnale era debole o assente?

Ma servono per telefonare o navigare in internet?
No, i Beacon possono rivoluzionare i nostri comportamenti. Ecco un esempio.
Immaginiamo di andare in centro città per visitare un museo. In biglietteria chiediamo un’ audioguida ma ci viene detto che non è più utilizzata. Però, muovendoci per le sale, scopriamo che non appena ci avviciniamo ad un’opera d’arte, sul display del nostro smartphone ci viene illustrata l’opera dell’artista, i dettagli tecnici, le curiosità, gli aneddoti storici.
Quando usciamo del museo decidiamo di andare a fare un po’ di shopping, passiamo vicino ad un negozio di abbigliamento e un messaggio di benvenuto ci invita ad entrare. Una guida virtuale ci aiuta ad orientarci nei diversi reparti. Davanti all’espositore delle camicie il dispositivo può darci tutte le informazioni sul tessuto, la lavorazione, esempi di foto con modelli, spot e descrizioni. Poi ci può indirizzare verso la sala con i prodotti in offerta e segnalarci scontistiche particolari.
Quando torniamo a casa le luci delle stanze si accendono perché il segnale viene inviato dallo smartphone che abbiamo in tasca. Passiamo vicino al telefono e si aziona la segreteria (se qualcuno fa ancora uso del telefono fisso) e ci vengono letti i messaggi.

Quali sono i loro difetti?
Può succedere che ci siano problemi nella trasmissione dei messaggi e uno scaricamento della batteria del cellulare, problemi parzialmente risolti grazie al nuovo tipo di segnale utilizzato, il Bluetooth 4.0 a bassa energia.
Un altro ostacolo è dovuto alla necessità di dover scaricare un’app specifica sul nostro smartphone. Infine, non dimentichiamolo, ci sono i problemi relativi alla privacy.

In definitiva, i Beacon possono essere usati per molteplici scopi e l’aspetto più interessante consiste proprio nel loro utilizzo, nelle strategie che vengono sviluppate con questi strumenti.
In Italia questa tecnologia è ancora agli inizi, ma negli Stati Uniti è già molto sviluppata. Per esempio, sono stati usati per promuovere il film “I Minions”. I cartelli pubblicitari affissi sui mezzi pubblici si connettevano tramite beacon ai cellulari dei viaggiatori per mostrare il trailer del film.
Sarà interessante vedere come e quanto si diffonderanno nei prossimi anni.


Indietro

Scritto in Articoli il .
4-Flying
Article
4Flying-beacon significa faro