Indietro

4Flying - due persone sulla Text walking line

Smartphone, tablet e desktop: quando e come mi vedono i clienti?

I nuovi device rihiedono nuove forme di comunicazione

Camminiamo tutti chini, con la testa bassa, senza guardare avanti e rischiando incidenti.
Siamo così social dipendenti da non poter fare a meno di controllare i nostri telefoni mentre camminiamo, con il pericolo di andare a sbattere contro le persone o un palo della luce.
In Svezia hanno pensato di avvisare i passanti di questo rischio installando dei provocatori segnali, simili a quelli che avvertono del passaggio di un alce: un cartello che avvisa il passaggio di persone con il capo chino sul proprio smartphone. Non c’è da sorprendersi, il Svezia il 70% della popolazione è attiva sui social.
A Washington, sul marciapiede della 18th Street Nortwest è stata realizzata la prima corsia dedicata ai pedoni che utilizzano i cellulari, esempio che poi è stato seguito a Chongqing in Cina e Anversa in Belgio. Si chiama walking text line e si tratta di un percorso pedonale che permette alle persone che mentre camminano mandano messaggi di testo o usano WhatsApp, di evitare di inciampare o urtare altri passanti.
Sono state create addirittura App che permettono di camminare, guardare la strada e continuare a scrivere messaggi. Insomma, i nostri comportamenti stanno cambiando ma non tutte le aziende l’hanno capito e affidano la propria comunicazione esclusivamente ai siti web creati ormai un decennio fa, già obsoleti anche per la visione da desktop.
Nulla vieta di mantenere questi siti ancora attivi, tuttavia è significativo il report di gennaio di Audiweb il quale dice:

“La fruizione di internet è ormai una pratica che si è affermata principalmente tra i 18-24enni, con il 65% dei giovani di questa fascia che naviga quotidianamente e soprattutto da device mobili. Infatti, mentre il 61% naviga da device mobili (2.6 milioni), solo il 24% naviga da computer (1 milione).
La navigazione tramite device mobili (smartphone e/o tablet), inoltre, prende ancora piede tra le donne, affermandosi nel 42% dei casi contro il 40% degli uomini: sono state 9.8 milioni le donne online da device mobili nel giorno medio a gennaio, più degli uomini (8.7 milioni), collegate per 1 ora e 56 minuti per persona”.

È quindi fondamentale tenere presente che:

  • le persone si connettono sempre più da mobile e si aspettano che le aziende propongano dei contenuti adatti a e fruibili con questi device;
  • le stesse persone si connettono ovunque, in qualsiasi posto e quindi pretendono contenuti freschi, un linguaggio diverso, risposte immediate;
  • dal 21 aprile 2015 google premia i siti mobile friendly e penalizza nel ranking di ricerca quelli che non si adeguano;
  • puoi rimandare tutto il tempo che vuoi ma il tuo concorrente non si ferma, ha già il suo sito adattivo e responsivo e tutti i profili social attivi.


E quindi... cosa stai aspettando? Cambia vestito, rinnova il tuo linguaggio, devi catturare i clienti del futuro!

Indietro

4-Flying
Article
4Flying - due persone sulla Text walking line